Buondìììì…in attesa del weekend eccomi a voi con un nuovo articolo!!! Ebbene si, come si intuisce dal titolo, la mia nuova creazione è un Abitoooo!!!! Dopo la pubblicazione dell’abito nero della settimana scorsa mi avete “sommerso” di messaggi per avere un altro abito primaverile che vestisse morbido addosso e che avesse uno scollo più largo. Dato che la primavera è alle porte e le richieste sono state molte ho deciso di accantonare alcuni progetti e mi sono dedicata a questo unendo anche altri tipi di richieste come il fare una maxi maglia da indossare sopra i fuson e di realizzare abiti più forati. Purtroppo non sono riuscita ad accontentare che mi richiedeva un vestito il meno forato possibile…sono alla ricerca di un punto adatto che non faccia risultare l’abito invernale o “datato”. Abbiate un po’ di pazienza e farò il possibile per realizzare tale progetto per fine mese.

Per quanto riguarda questo abito invece partiamo dal fatto che ho utilizzato nuovamente la microfibra col lamè della Miss Tricot Filati linea “Baci Rubati” optando però per 400 grammi del colo viola con lamè dello stesso colore che ho lavorato con l’uncinetto del numero 3.

Come sempre la tecnica di lavorazione usata è quella a “tondo” che permette di creare l’abito con il mino numero possibile di cuciture. Sono partita dal basso realizzando i 7 giri (in verità 6 perchè poi si vanno a ripetere i giri dal 2° al 7°) necessari per dar vita al motivo che ho scelto. Tale motivo è sia forato che geometrico e mi piace il modo in cui sembri dare ordine e struttura al vestito. Arrivata all’altezza degli scalfi ho diviso la parte avanti da quella dietro e sono andata a lavorare in giri di andata e ritorno. Ciò ha comportato un aumento di numeri di giri, si passa da 7 a 14, per ottenere il motivo. Terminati i 14 giri io ho raggiunto l’altezza delle spalle e sono andata così a ripetere solo il primo giro e solo pochi cm sia a destra che a sinistra del pezzo avanti in modo da creare delle mini spalline che dessero vita allo scollo largo che oserei definire quasi uno scollo a barca. Fatto ciò ho ripetuto la stessa cosa anche sul dietro dell’abito. Chi è taglia M o L dovrà fare più giri per arrivare alle spalle e ciò sicuramente non vorrà dire che dovrete rifare tutti i 14 giri…potrete farne solo i primi 3 o 5 senza per questo temere di rovinare il motivo, grazie allo scollo il motivo risulterà lo stesso ben definito. Ricordatevi solo di fare il vostro ultimo giro come il mio per creare le mini spalline.

Cucito il vestito, per dar vita alle spalline e allo scollo, ho deciso di non fare alcun bordino. Il filato e il punto scelti rendono, a mio parere, l’abito perfetto così com’è.

Ah..dimenticavo…ho definito l’abito una maxi maglia perchè è morbido addosso e  ripetendo il motivo una volta in meno rispetto a me lo si trasforma in una maglia che può essere indossata sopra dei fuson.

E ora al lavoroooooooooooooooooooooooo….. vado ad occuparmi dei prossimi progetti che spero di pubblicare a breve…ciaooooooooooooooooo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.